Pranzo domenicale

Se tratti bene l’ospite c’è anche il dopo pranzo. Forse. MI guardi ma non so cosa pensi mentre ti faccio il piedino sotto il tavolo cercando di capire se anche tu vuoi di nuovo avermi.

DSC_006029313558_1757882470922376_4600288549613338624_o.jpg

A te, unica inimitabile piccola grande donna.

Il vuoto che hai lasciato nessun’altra potrà mai colmare. Ormai sono passati molti anni, forse neanche ti ricordi di me, ma nulla è immutato per me, vorrei vederti ma non vorrei, ti cerco in ogni luogo, ma spero di non incontrarti. Chissà cosa pensi di me, vorrei saperlo ma ho paura di saperlo, intanto ti penso tutti i giorni e immagino cosa fai della tua vita, ma forse sbaglio, ti ho insegnato delle cose, le ricordi? Attimi, momenti forti e pieni di tutto, amore, affetto, erotismo, sesso, perversioni. Sei grande, molto grande in tutto, chissà se lo sai. Resto a guardarti e a ricordare. Nessuna sarà mai come te.Quando non ci sarò più lascerò per te qualcosa che ti ricordi di me almeno per un momento.